Amicos.it - L'amico che ti aiuta nel Fai da Te quotidiano
L'amico che ti aiuta nel Fai da Te

Amicos.it >> Giardino
Come Coltivare il Pomodoro
Coltivazione, Origine e Proprietà Nutrizionali dei Pomodoro.
Abbiamo realizzato questa guida con lo scopo di aiutarti a capire meglio come poter sistemare la cosa per quanto concerne questo specifico argomento:

Coltivare il Pomodoro

Pensiamo che sia realmente di tuo interesse e proprio per questo motivo vogliamo darti più informazioni possibili con il fine ultimo di aiutarti concretamente.

Coltivare il Pomodoro

E' stato definito il re della tavola. Stiamo parlando del Pomodoro, prodotto naturale ricco di sostanze benefiche per il nostro organismo.

> Quali sono le sue origini?
> Come si coltiva il Pomodoro?
> Quali sono i reali benefici per il nostro organismo?

Questo e molto altro ancora in questo affascinante viaggio alla scoperta dei prodotti che fanno bene alla nostra salute. Ma non è tutto. Ci sono metodi che grazie all'utilizzo del Pomodoro riescono a combattere le fastidiosissime zanzare. Scoprite tutto questo adesso.

Coltivazione dei Pomodori

Cari amici di Amicos.it, imbarchiamoci in questo veicolo virtuale ed andiamo a fare questo altro fantastico viaggio nel mondo dei Pomodori, il viaggio è gratis.

In nostro articolo è indirizzato a 3 categorie di persone:

> A Coloro che posseggono un appezzamento di terreno in campagna incolto;

> A coloro che sono assetati dalla voglia di sapere;

> A coloro che vogliono essere informati sui poteri nutrizionali di questi prodotti per stare bene in salute;

Detto ciò mettiamoci in cammino ed andiamo ad affrontare la prima tappa.

Origine del Pomodoro

Immaginiamoci di essere in una grande sala e di ascoltare una persona che ci documenterà sulle origini del Pomodoro e noi tutti ad ascoltare. Il Pomodoro ha origine nell'America del Sud, Cile e Messico.

Là, vive come una pianta selvatica, e per il clima tropicale che si ritrova il frutto è per tutto l'anno. La pianta ritenuta velenosa veniva utilizzata come pianta ornamentale e veniva regalata dagli uomini alle donne per omaggiarle. Fu nel 1820 che Roberto Gibbon Johnson mangiò il pomodoro davanti una folla con gli occhi esterrefatti, facendo crollare la credenza che il Pomodoro fosse velenoso.

Ma attenti però: Tutte le parti verdi del Pomodoro sono tossiche, in quanto contengono solanina, un glicoalcaloide asteroidale, che non viene eliminato nemmeno per mezzo dei processi di cottura.

Da allora dopo varie ricerche ebbe il suo meritato posto, definendolo il re della tavola. Le prime coltivazioni in Sicilia risalgono al 1925 grazie al clima mite caldo che si ritrova. A fine discorso sento nella sala un mormorio sempre più crescente, segno che la cosa ha interessato. Adesso passiamo alla seconda tappa.

Il Pomodoro - La preparazione del Terreno, la Coltivazione e la Semina

Come in un sogno ci troviamo in aperta campagna ed andiamo a trovare il nostro appezzamento di terra incolta, dove dovrà sorgere il nostro piccolo orto. Quindi siamo scesi in campo e come dei guerrieri dobbiamo affrontare tutto ciò che occorre per portare questo terreno alla produzione. Così cominciamo a far funzionare la mente prima delle braccia. Come deve essere il terreno?

- Ne argilloso;
- Ne sabbioso;
- Ne pieno di pietre;

Visto che questo terreno non è mai stato lavorato, bisogna che di questo se ne occupi un trattore per far venire in superficie la terra. Dopo di ciò sarà compito nostro sistemare il terreno con attrezzi nostri. Se non abbiamo la motozappa dobbiamo procurarcela perché essa allevierà molto le nostre fatiche. Ma attenzione, bisogna anche saperla utilizzare, perché potrebbe essere pericolosa. In alternativa la zappa ritorna ad essere molto utile e soprattutto se il vostro terreno non è molto grande.

Il Pomodoro è un ortaggio abbastanza diffuso e proprio per questo viene definito il re della tavola.

Pomodoro - Coltivazione, Origine e Proprietà Nutrizionali.

Il Pomodoro predilige terreni di medio impasto, ben drenati, freschi e profondi. La temperatura della germinazione minima va da 12/13° mentre per lo sviluppo del frutto vanno dai 22 ai 23°. Le varietà dei pomodoro sono tante; Le più diffuse sono:

- I Pomodori allungati;
- San Marzano;
- Pachino;
- Cielegine;

Per crescere le piante si richiedono determinate sostanze. Sono piante che respirano e bevono ed hanno quindi bisogno di carbonio, ossigeno ed idrogeno. Queste sostanze si ricavano dall'aria e dell'acqua. Inoltre hanno bisogno di Azoto per la crescita e lo sviluppo delle foglie, del fosforo per le radici e per i semi e i frutti affiche possano maturare. Potassio per mantenersi sani e resistere agli attacchi dei parassiti e delle malattie. Sono 3 elementi che assorbiranno dal terreno al quale bisogna offrire concimazione. Questi prodotti, detti concimi organici, li vendono nei negozi appropriati. Se poi avete degli amici allevatori di pecore e mucche, andate a prendere il letame e fate un piccolo concimaio che poi con una carriola porterete a destinazione spargendolo sul terreno vicino le piante.

Oppure i concimi si possono riciclare con gli avanzi di cucina; Verdure, fondi di caffè, gusci di uovo, bucce di frutta etc...
Inoltre è possibile utilizzare la segatura e ceneri di legni, alghe e così via.
Questi rifiuti lavorati con un macchinario detto attivatore diventeranno degli ottimi concimi naturali.

La semina può avvenire con i semi, oppure con le piantine. Comprateli o ricavateli da voi stessi mettendendoli in un semenzaio. Fate una, due, tre file (questo dipenderà da voi). Per fare questo prendete un piccolo paletto e con un mazzolo piantatelo e con un filo lungo portatelo all'altra estremità e con un altro paletto agganciate il filo. Questo per poter ottenere delle file diritte ed ordinate. Fate i solchi in corrispondenza del filo e le file verranno diritte ed ordinate. Fate i solchi da 10 a 15 cm di distanza con una profondità di 4 o 5 cm e mettete i semi o la piantina di Pomodoro e ricoprite la terra circostante con un pò di concime e di acqua. Le file tra loro devono essere distanti almeno 50 cm.

Ricoprite spesso lo stelo con la terra fresca. Estirpate tutte le erbacce circostanti. Le irrigazioni si fanno di mattina presto o la sera e mai quando c'è caldo. La raccolta si avrà tra luglio, agosto dopo circa 120 giorni dalla semina.

Quando si piantano o si seminano i Pomodori, si adopera il Piantatore, un utensile che potete fare voi stessi con un pezzo di legno duro appuntito. Si affonda nel terreno mettendo un poco d'acqua con l'innaffiatoio. Si mettono contemporaneamente i semi attorno e poi si tira il Piantatore, così i semi non vanno troppo a fondo. Una tecnica molto efficace che vi risparmierà tanta fatica.

Attorno ai Pomodoro si possono piantare anche i Girasoli, che proteggono le piante di Pomodoro e nello stesso tempo si potranno raccogliere per essere mangiati. Come dire, con una sola fave 2 piccioni ed a proposito di quest'ultimi e anche di altri uccelli, i girasoli proteggono le piante anche da loro.

Parliamo dei nemici dei Pomodoro

I nemici della pianta sono la Dorifora, che colpisce e danneggia le radici, gli Afidi o Cimici che colpiscono i tessuti e deformano le foglie, la Peronospira che si manifesta con macchie nei Pomodoro, la Ruggine, il Mosaico e i virus. Queste malattie vanno curate con alcune sostanze comprate negli appositi negozi.

Proprietà Nutrizionali del Pomodoro

Il Pomodoro per la nostra salute ha un'azione rinfrescante, aperitiva, astringente, dissetante, diuretica e digestiva, soprattutto nei confronti degli Amidi. Sono molti gli elementi nutritivi come la vitamina A, B1, B2, B6, C, E, K e PP (B3), Fosforo, Ferro, Calcio, Boro, Potassio, Manganese, Magnesio, Iodio, Rame, Zinco, Sodio, Zolfo, Acido Citrico, Acido Malico, Zuccheri, Biotina, Niacina, Acido Folico e Provitamina A. Inoltre è ricco di Carotenoide, potente antiossidante ricco di Potassio per la prevenzione dei Crampi Muscolari. Mediamente 100gr di Pomodoro fresco contengono il 93% di acqua, il 3% di Carboidraiti, lo 0,2% di Grassi, l'1% di Proteine, e l'1,8% di Fibre.

Il rapporto calorico è di 20Kcal per 100 Gr.

Vi sono delle controindicazioni: Non possono essere mangiati dalle persone che hanno delle specifiche intolleranze alimentari o allergie. L'Istamina contenuta nel frutto è la causa scatenante per le intolleranze e le allergie.

Grazie all'Acido Malico, Arabico, Lattico, il Pomodoro favorisce una buona digestione.

Come combattere le Zanzare e le fastosissime punture con i Pomodoro

Le foglie di Pomodoro tritate ed applicate sulla pelle possono essere un ottimo rimedio contro le punture di insetti. La sostanza è l'Alfadomatina contenuta esclusivamente nelle parti verdi della pianta. Un Alcoloide presenta qualità antibiotiche, insetticida, insettifughe, Funghicine e Antibatteriche. Si può combattere l'Inappetenza, l'Azotomia elevata, Arteriosclerosi, diverse disturbi Gastrici ed Intestinali. Queste proprietà nutrizionali sono riferite al Pomodoro consumato crudo, fresco e ben maturo.

Il Pomodoro ha proprietà Antiossidanti e Anticangerogene, molto consigliato a quelli che hanno problemi di Prostata. Aumentate il consumo degli ortaggi durante la giornata facendo degli spuntini veloci.

Protegge la pelle dall'invecchiamento precoce, grazie all'Icopene, potente Antiossidante, per chi soffre di Artrite e Reumatismi. Il Pomodoro fa bene al cuore e alle arterie. Riduce l'insorgenza di tumori delle vie respiratorie, ne confronti della Bocca e della Faringe. Per Radicali Liberi, sono importanti la vitamina C ed E che possono ridurre gli effetti patologici.

La conservazione del Pomodoro

I Pomodori da insalata possono essere conservati fino a 10 giorni ad una temperatura di 1 o 2 gradi circa. I Pomodori possono essere surgelati, ridotti in pezzetti oppure in salsa. Prima della cottura e bene levare i semi e sbucciarli e tenerli almeno 30 secondi in acqua bollente. Si possono fare anche i Pomodori seccati al sole per poi mangiarli in inverno. Si possono mettere anche sott'olio.

Conclusioni

Con questo articolo spero di aver fatto contenti tutti i lettori, di aver invogliato alla coltivazione dei piccoli orti per poter dire di aver coltivato da soli i Pomodori, di aver dato conoscenza e di aver fornito tutti i dati delle proprietà nutrizionali cosicché ognuno di voi ne possa avvantaggiarsi. Veramente grazie per aver letto il nostro tutorial e siamo realmente speranzosi, che tu abbia trovato una soluzione, per sistemare il tuo problema.

Mettici tra i tuoi siti preferiti, per risolvere tanti problemi riguardanti la cura della tua auto, il giardino, la casa, la tecnologia e tantissime altre cose.

Ciao e a presto.

A proposito di Orto, vedi anche:
I Ceci - Dalla Semina alle Proprietà Nutrizionali
Alla scoperta dei Ceci e di tutto quello che c'è da sapere.
Come Coltivare i Cavoli
Tutto sui Cavoli: dalle origini alla coltivazione.
Come Coltivare la Carota
Ecco la Carota: Dalla sua coltivazione ai valori nutrizionali.
Come Coltivare il Carciofo
Alla scoperta del Carciofo, tra origini, proprietà e coltivzione.
Come Coltivare il Cardo
Tutto quello che vuoi sapere sul Cardo e un po' di più.
Dalla Categoria Giardino
I Ceci - Dalla Semina alle Proprietà Nutrizionali
Alla scoperta dei Ceci e di tutto quello che c'è da sapere.
Come Coltivare i Cavoli
Tutto sui Cavoli: dalle origini alla coltivazione.
Come Preparare il Terreno per Coltivare Frutta e Verdura
Ecco tutto quello che c'è da fare per avere un terreno produttivo.
Come Rimuovere il Giallo che si Forma nella Plastica di Tavoli e Sedie da Giardino
Ecco come eliminare l'ingiallimento della plastica dai mobili del giardino.
Come Coltivare la Carota
Ecco la Carota: Dalla sua coltivazione ai valori nutrizionali.

Attenzione Richiesta
I Nostri Contenuti sono creati a scopo di intrattenimento. In nessun caso ci riterremo responsabili per i danni che da essi potrebbero derivare a persone o cose, sia applicando i nostri suggerimenti e i nostri metodi in modo corretto, che scorretto. L'utente, visitatore, lettore è stato avvisato.
^^